> Chi sono – Author <

 

Antonello Giordano collabora da anni con riviste cartacee ed on-line nel settore Elettronico, Informatico, Musicale e Motociclistico. Attualmente lavora nel pubblico impiego.

 

Esperienze e competenze in campo elettronico, radiantistico, informatico e musicale

EdisAbecas

Nel campo delle trasmissioni  (ricetrasmettitori CB ‘Citizen Band’ e radioamatoriali), ha progettato e realizzato espansioni di frequenza programmabili con integrati logici, a microprocessore e a memorie eprom.
I suoi progetti, all’epoca purtroppo non brevettati, sono stati ripresi, pubblicati e prodotti anche da varie riviste ed aziende del settore.
Durante il periodo delle ‘Radio Private’ in Italia, è stato più volte protagonista nella realizzazione di trasmettitori valvolari, a transistor e ad integrati. Ha modificato con successo il primo trasmettitore FM a PLL della rivista Nuova Elettronica, migliorandolo sensibilmente. Sempre della rivista Nuova Elettronica, ha perfezionato svariati kit ottimizzandone le prestazioni.
E’ stato anche speaker, titolare e responsabile tecnico di alcune emittenti radio e tv locali (Antenna 5, Radio Talpa, TRG 96MHZ, ecc.).

Nel settore audio ha realizzato svariati modelli di casse acustiche (con componenti Ciare, Focal, Celestion) sia ‘bookshelf’, sia da ’pavimento’,  ottenendo sempre lusinghieri risultati provati e collaudati da test strumentali e di ascolto diretto con appassionati ed audiofili.
Ha costruito svariati modelli di amplificatori Hi-Fi valvolari in configurazione ‘push-pull’ classe AB (valvole KT88) e ‘single ended’ classe A.
Il suo impianto Hi-Fi, ha come sorgenti, giradischi Pioneer e Thorens, lettori CD Philips (CD723) e Sony SACD (DVP-NS905V), amplificatori Marantz (SR5400) e Arcam Alpha6, casse JM-Lab, Audio Pro e Celestion SL6Si. Oltre a elettroniche tipiche e classiche degli anni ’70-’80-’90.

Si è cimentato anche nel campo degli strumenti musicali costruendo negli anni ’80 un mini-moog, un vocoder ed un amplificatore valvolare per tastiere e chitarra. Oggi ha, nel suo locale, tastiere Yamaha Motif XS6 e Roland Juno-D, modulo expander Roland JV-1080, modulo Vocoder, mixer e compressore-espansore Behringer, casse attive DB Technologies Opera 405 e microfoni Shure SM58 e Sennheiser.

In campo radioamatoriale è un assiduo SWL (Short Wave Listener) con apparecchiature Icom (IC-735), Kenwood (TS450S-AT) e Yaesu (FT-747).
Riceve stazioni meteo con apparati autocostruiti, sia in onde corte (WEFAX) che dai satelliti in orbita ‘geostazionaria’ (EUMETSAT) e ‘polare’ (NOAA), con antenne fisse o ad inseguimento computerizzato.

Con l’avvento dell’informatica in Italia, ha autocostruito un primo computer con microprocessore Z80 (Zilog), memoria ram statica (SRAM), tastiera esadecimale e salvataggio dati su cassetta tradizionale (stereo-4). In seguito, con l’arrivo dei PC Olivetti (M24) e Home Computer Sinclair ZX80, ZX81, Spectrum,  Apple IIe, IIGS e Commodore Vic20, C64, C128, ha occasione di imparare, oltre al Basic, anche il LM (linguaggio macchina) e assembly dello Z80 e del 6502 (MOS Technology), unita alla frequenza all’Università di Pisa di ‘Scienze dell’Informazione’ e successivamente al corso di programmazione all’IBM di Roma e a quello sull’energia solare, affina le sue conoscenze in campo informatico-scientifico.
L’attrazione verso i calcolatori Commodore dura negli anni, fino ai nostri giorni, classificandolo man mano, come collezionista di ottimo livello possedendo, ormai, la maggior parte di modelli Commodore e Amiga prodotti nel mondo.
Vista la sua competenza su tali ‘Home Computer‘, viene giornalmente contattato da varie parti d’Italia per suggerimenti, scambi, consigli  e riparazioni. L’attuale sua collezione vanta molti pezzi, tutti funzionanti. Attualmente continua anche la sua ricerca di scambio e acquisto di tali PC.

Nel campo video vanta esperienze e corsi su costose macchine per effetti speciali (es.: Edis Abecas dal costo di 75.000 euro, circa 150.000.000 delle ‘vecchie lire’), su centraline di montaggio-editing (JVC e Panasonic), su registratori S-VHS (JVC)  e su telecamere broadcast tritubo professionali (Sony e JVC).

Ha un attrezzato laboratorio ad uso personale con oscilloscopio (Kenwood), analizzatore di spettro (Unaohm), generatori di segnali e forme d’onda, frequenzimetro, capacimetro, monitor e componentistica varia.
Con l’avvento dei componenti in SMD si è dotato di stazione saldante-dissaldante ad aria calda.

Si è cimentato spesso anche nella riparazione e nel ‘modding‘ (modifica) di computer, consolle, ricevitori sat, impianti antifurto e apparecchiature varie.

E’ presente on-line, oltre che su questo suo blog, anche su molti forum che trattano argomenti informatici, elettronici e motoristici.

Di recente, su ‘Mercedes Benz Club Italia’ è stato pubblicato un suo articolo riguardante la riparazione con modica spesa di ‘chiavi elettroniche di auto Mercedes‘. Tale articolo ha collezionato, in pochi giorni, migliaia di letture-visite da tutta Italia!

 

Esperienze e competenze in campo motociclistico.

Mugello Traguardo

allestimento

N.B.: Questa biografia è stata redatta da amici e conoscenti  a cui va tutto il merito e il ringraziamento.

Torna all'inizio